PEPITOSA IN CARROZZA, IL NUOVO PROGETTO TURISTICO E SOCIALE DI VALENTINA TOMIROTTI

PEPITOSA IN CARROZZA, IL NUOVO PROGETTO TURISTICO E SOCIALE DI VALENTINA TOMIROTTI

Dicembre l’ho sempre considerato un mese speciale: è il mese delle feste, delle luci, della voglia di riabbracciare e rivedere gli “amici” come se non ci fossero altri periodi per farlo ma chissà come mai ci si sente più in vena, è il mese delle cene tra colleghi, delle musiche di Natale, del panettone, ma soprattutto è il momento in cui si riflette sull’anno che si sta chiudendo e si inizia a desiderare il nuovo anno sperando ci porti più fortuna. Ma perché questa introduzione vi chiederete? Ho riflettuto molto sulle interviste da proporre questo mese e ho deciso di dedicarle a persone speciali, che hanno storie davvero grandi e importanti da raccontare, storie di coraggio, passioni, e voglia di fare. Oggi voglio parlare di una delle blogger e giornaliste più esperte e più graffianti del web, Valentina Tomirotti una wonder woman, intraprendente,. determinata e permettetemi il termine “con le palle” nel vero senso della parola. Conosciuta sui social come Pepitosa, fa dell’autoiroinia e dell’umorismo il suo cavallo di battaglia affrontando e raccontando la vita, come dice lei “da una visuale privilegiata: da un metro d’altezza, a cavallo della mia carrozzina che trasformo in un trono”. Valentina è l’immagine moderna della disabilità che l’affronta con leggerenza e senza peli sulla lingua e offrendo spunti di riflessione. L’aspetto più interessante e l’aver trasformato la sua condizione in elemento di forza, su cui orientare pensieri, parole, spesso taglienti che invitano alla riflessione, e realizzare progetti innovativi. Proprio come “Pepitosa in carrozza” un progetto di accessibilità turistica e sociale che mira a realizzare guide turistiche per portatori d’handicap. Un progetto super ambizioso a cui nessuno prima di lei ci aveva pensato, un grande sogno che sono certa riuscirà a realizzare.

Ho conosciuto Valentina grazie all’associazione IgersItalia la community degli appassionati di Instagram italiani, di cui entrambe facciamo parte. Appassionata e conoscitrice del suo territorio è infatti local manager di IgersMantova, la community degli instagramers di Mantova.

Conosciamola meglio in questa intervista in cui ci racconterà del suo nuovo e fresco progetto.

Valentina Tomirotti

CONOSCIAMO MEGLIO VALENTINA TOMIROTTI E IL SUO PROGETTO PEPITOSA IN CARROZZA

 

Valentina, raccontaci un po’ di te, chi sei, cosa fai e quali sono le sue passioni.

Valentina Tomirotti, mantovana dal 1982, di breve non ho nemmeno il nome e cognome. Non scrivo mai a caso e amo raccontare tutto da una visuale privilegiata: da un metro d’altezza, a cavallo della mia carrozzina che trasformo in un trono.

Laureata in scienze della comunicazione, giornalista pubblicista, mangio comunicazione come pane quotidiano. Indosso perfettamente il rossetto, curo maniacalmente i capelli e nuoto nel web anche controcorrente per lasciare un segno: affronto il tema della disabilità senza essere “un caso”, ma a caso, proprio com’è la vita di tutti. Online sono conosciuta come Pepitosa, sui social snocciolo post ruvidi etichettati come #perdire.
Faccio la blogger senza essere troppo fashion, non rinuncio mai a tenere in mano una penna per riempire interi fogli mettendo in fila parole e soffiando forte per trovare sempre un nuovo inizio.

Come è maturata l’idea di “Pepitosa in carrozza”?

E’ un modo nuovo di raccontare il turismo del nostro Paese. Gli ingredienti sono un’auto, una meta e io. Non chiamarmi travel blogger, piuttosto sarò solo una giornalista che racconterà l’Italia da un punto di vista accessibile. Pepitosa in Carrozza è un progetto di accessibilità turistica e sociale che mira a realizzare guide turistiche per portatori d’handicap. Sarà una guida realizzata in 1° persona attraverso la realizzazione della figura professionale del “travel agent in carrozzina” viaggiando e raggiungendo in 1° persona i luoghi protagonisti. Una guida turistica step by step che racconta e mappa il territorio, l’offerta culturale nazionale e non, vissuta e raccontata da una visuale diversa: ad un metro da terra, seduta in carrozzina e in costante connessione on line.

Viaggiare, visitare, conoscere luoghi con un occhio attento alle reali necessità di chi si muove in carrozzina raggiungendo fisicamente i luoghi e saperli raccontare al pubblico mappando il territorio. Un progetto inclusivo sul tema della disabilità che parla una nuova lingua che va oltre le barriere architettoniche e mentali. Per la prima volta verrà raccontato e realizzato un intero progetto di autonomia al singolare, fattibile anche senza un accompagnatore: la vera novità per il mondo della disabilità che declina un portatore d’handicap sempre al plurale.

Valentina Tomirotti

 

Per realizzare questa guida, ho progettato di acquistare una vettura che mi permette di guidare, salire e scendere in totale autonomia rimanendo seduta sulla mia carrozzina e mi consente di raggiungere i luoghi che voglio raccontare e promuovere: www.auto-disabili.it

Il format della guida prevede lo spostamento in loco, per una promozione vissuta in prima persona e per ospitare a bordo utenti che hanno qualcosa da raccontare sul tema.
Sarà una vettura sempre connessa dove poter realizzare anche riprese video, come una cabina di regia per produrre informazioni utile al comparto travel, lifestyle e di approfondimento.

Con il progetto di Pepitosa in carrozza, dimostri quanto è importante sognare e come i sogni possano un giorno realizzarsi. Raccontaci della campagna di crowdfunding appena conclusa.

Il costo di Pepitosa in carrozza è davvero elevato, per i km da fare, per la tecnologia che avrò a disposizione a bordo dell’auto che non ha il solito allestimento per far guidare persone con disabilità. Ho pensato così di creare una raccolta fondi per sostenere il progetto. Una prima campagna si è conclusa ad agosto e ho raccolto 12 mila €, e a fine novembre è definitamente terminata con un importo di €1500. Ho bisogno di raccogliere 60 mila €, davvero una cifra enorme, ma sognare è anche questa fatica e spero che questo progetto possa servire a molti.

Valentina Tomirotti

Nella realizzazione del progetto sei affiancata da altre persone o hai fatto tutto da sola?

Pepitosa in carrozza mi è nata in testa perché volevo che un evento così importante come prendere la patente avesse un significato più profondo, è un traguardo enorme, una fame di libertà finalmente appagata, a parole è quasi inspiegabile. E’ un progetto talmente articolato che per crescere ha bisogno dell’aiuto di tutti. Mi sono fatta aiutare per la parte di crowdfunding da Anna Ruggiero e sui social da un gruppo di “colleghe” del mondo della comunicazione, abbiamo fatto squadra. Ora, per un po’ il progetto è tutto nelle mie mani: la patente devo prenderla in solitaria 😀

Cosa vuoi dire a chi sta leggendo questo post affinchè possa sostenere il tuo progetto?

Ci sono molti modi per aiutare il progetto:

  • potete comprare la maglietta o la shopper illustrata da Enrica Mannari. I costi sono €18 e €12 + €4 di spedizione. Si possono ordinare mandando una mail a pepitosaincarrozza@gmail.com
  • se siete un’azienda decidere di comparire con un adesivo sulla carrozzeria in giro per l’italia

Per tutte le info: pepitosaincarrozza@gmail.com.

Grazie mille a Valentina e ti auguro davvero di realizzare al più presto questo tuo sogno! Intanto tra le novità del prossimo anno ci anticipa l’uscita del libro sulla sua vita previsto per Marzo. Wow!! Complimenti! Non vedo l’ora di leggerlo!

Se volete essere sempre aggiornati su attività e progetti di Valentina seguitela sui social Facebook, Instagram, Twitter

 

 

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.