Alida Altemburg e la sua campagna a sostegno di Stefano Parisi

Alida Altemburg, è una giovane trentenne, genovese di origine e milanese di adozione,  web content, pianista classista e modella. Nelle sue vene scorre sangue artistico. “Sin da bambina ho avuto una particolare fascinazione per tutto quello che riguarda la bellezza e la conoscenza”. E così dopo una laurea allo Iulm in nuovi Media e un anno di esperienza a Melbourne in Google fonda, con il suo fidanzato Alberto Collini, un’agenzia di Web Content Management e Digital Strategist.

Ma perché ho deciso di parlare di lei? Ho conosciuto Alida sul web, in particolare su Twitter dove l’ho vista per la prima volta in veste di supporter del candidato sindaco Stefano Parisi con l’account  SostieneParisi (@altembruzz). Sono rimasta piacevolmente attratta dal suo modo di comunicare il suo sostegno al candidato sindaco. In pratica, partendo dall’hashtag della campagna di Parisi #iocorropermilano Alida, con l’aiuto di foto e video,  ha creato una serie di azioni creative di grande impatto che richiamano l’azione del correre e ripercorrono alcuni temi del programma di governo di Stefano Parisi. Una Forrest Gump a Milano! Il risultato è una comunicazione creativa, fresca e immediata. Il tutto realizzato con molta professionalità. Insomma si vede che c’è dietro un esperto. E così ho deciso di approfondire.

 

Screenshot_2016-06-17-09-51-11

Perché hai deciso di diventare supporter di Parisi?

La mattina del 10 di Aprile alle 9:36:27, sono stata invitata con il mio fidanzato e socio, Alberto Collini, ad una riunione per parlare dei problemi del quartiere QT8, relativi alle moschee e alla criminalità della zona 8, incontro organizzato dall’Associazione Monte Stella. C’erano molte persone, tra cui l’allora quasi sconosciuto alla cittadinanza, Stefano Parisi: è stato un “coupe de foudre “. Abbiamo iniziato subito a parlare di Musica Classica, Arte e Cultura: non ci sembrava vero, di poter confrontarci con qualcuno che capiva le nostre esigenze. Da quel giorno è stata un’escalation: come cittadini io e Alberto, stanchi della giunta Pisapia, che ha bistrattato Milano negli ultimi 5 anni, abbiamo deciso di supportare  Parisi senza che nulla ci chiedesse, per dare il nostro contributo alla divulgazione del programma di governo, che il candidato Sindaco ha pensato per la nostra città.

 

Hai contribuito a diffondere l’hashtag #iocorropermilano in modo molto originale. Come è nata l’idea?

Non è stato molto difficile! Sono laureata in New Media allo Iulm di Milano, con tesi sul Personal Branding attraverso i Social e con un anno di esperienza a Melbourne presso Google, mentre Alberto è un esperto di trade marketing da oltre trent’anni, avendo collaborato con molteplici multinazionali. Abbiamo unito l’ esperienza creativa e di comunicazione di Alberto, con le mie conoscenze web e la mia immagine. È bastato leggere lo slogan della campagna elettorale di Stefano Parisi: “Io Corro per Milano”… e mi sono messa a “correre” come una novella Forrest Gump. Alberto ha ripreso, fotografato e creato le grafiche ad ogni mia “corsa”.

 

La tua attività di supporter è stata studiata a tavolino con Stefano Parisi o è partita e direttamente da te?

L’idea è partita da noi, da me e da Alberto. Ci siamo conquistati la fiducia e la simpatia di vari candidati (un particolare ringraziamento a Patrizia Falsitta, candidata al comune con Lista Civica Parisi) i quali ci hanno dato varie indicazioni e riferimenti che ci hanno permesso di essere sempre presenti e tempestivi sulle attività di Parisi e sui suoi spostamenti. In alcuni incontri siamo riusciti a confrontarci direttamente con Parisi comprendendo di giorno in giorno la sua mission e assorbendo di ora in ora il suo elegante modo di fare, che abbiamo cercato di trasferire il più possibile nella nostra comunicazione.

Screenshot_2016-06-17-09-52-12

In caso di vittoria di Parisi cosa farai in particolare? Hai in mente qualche sorpresa? E in caso di perdita?

Abbiamo fatto tutto questo senza aspettarci nulla in cambio, siamo arrivati fino qui per un puro spirito di collaborazione e con entusiasmo da semplici cittadini. In caso di vittoria di Stefano Parisi? Una cosa la vorremmo chiedere: essere il primo matrimonio che celebrerà da Sindaco e come testimone Alberto il Senatore Gabriele Albertini e la Dott.ssa Patrizia Falsitta!

È chiedere troppo? In caso di sconfitta, ci sposiamo in Canada!

 

Perché i milanesi secondo te devono votare Stefano Parisi? Dammi tre motivazioni

Ai Milanesi converrebbe votare Stefano Parisi, per:

  1. interrompere una continuità con la negativa giunta Pisapia
  2. dare alla città un uomo di esperienza già conoscitore dei complessi meccanismi utili a governare una città
  3. rinnovare con un occhio di riguardo, le periferie degradate anche da un’immigrazione non controllata da parte di chi ha governato negli ultimi cinque anni
  4. vorrei aggiungerne una quarta (non cosi importante motivazione), perché mi sono messa in gioco.

Screenshot_2016-06-17-09-50-51

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Ci piacerebbe continuare a divulgare la Musica Classica attraverso il mio pianoforte all’interno di una startup innovativa che stiamo cercando di sviluppare per i giovani e la nostra bellissima città di Milano.

 

Per maggiori info www.alida-altemburg.com

Twitter @altembruzz

Facebook: Alida Altemburg 

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>