DOMENICA 18 GIUGNO EVENTO ARTISTICO NELL’INCANTEVOLE ISOLA COMACINA

DOMENICA 18 GIUGNO EVENTO ARTISTICO NELL’INCANTEVOLE ISOLA COMACINA

Oggi voglio segnalarvi un evento davvero unico nel suo genere che unisce arte, poesia, musica, spiritualità e solidarietà, in una cornice d’eccezione, l’Isola Comacina. Si tratta dell’ “Estemporanea di pittura e di poesia en plein air”, in programma domenica 18 giugno, un evento artistico di beneficenza  a favore dell’Associazione Culturale Aristoria composta da studenti universitari che, attraverso la musica, il teatro e il cinema, promuove arte e cultura nelle zone maggiormente colpite dal terremoto. L’iniziativa si svolge nell’ambito della Sagra di San Giovanni, che, a quanto pare, rappresenta la più antica manifestazione del Lago di Como per arte, fede, folcrore.

Sono oltre 50 gli artisti coinvolti in questa iniziativa, tra poeti, musicisti, registi, teatranti, che, in angoli caratteristici dell’Isola daranno vita a performance e spettacoli.

Un’immersione totale nell’arte e un’occasione unica per scoprire un posto meraviglioso ricco di storia e pieno di scorci mozzafiato, il tutto a pochi kilometri da Milano.

L’Isola Comacina

L’Isola Comacina è un fazzoletto di terra lunga 600 m, larga 200 m, e con un perimetro di soli  2 km, ed è l’unica isoletta del Lago di Como. Facendo qualche ricerca ho scoperto che l’isola ha una forte vocazione artistica dovuta probabilmente al fatto che è un posto unico nel suo genere e per questo è scelto da artisti vari per alimentare la propria ispirazione. Nel 1920 è divenuta infatti proprietà dell’Accademia di Brera e, negli anni ’30 vennero costruite, dall’architetto razionalista Pietro Lingeri, le Case degli Artisti, delle abitazioni che ospitavano artisti italiani e belgi, attualmente visitabili.  Ma non finisce quì. L’isola Comacina fu addirittura scelta da Alfred Hitchcock per girare alcune scene de “Il labirinto della passione” (1925) film che celebra il suo debutto alla regia. Da ciò posso dedurre che è un posto meraviglioso che offre scorci incantevoli e panorami mozzafiato. La vegetazione è infatti rigogliosa e il clima, tipicamente mediterraneo e particolarmente mite, favorisce la coltivazione degli ulivi e la produzione dell’olio locale. Il contesto è senza dubbio spettacolare, considerando anche che il paesaggio intorno, offre tanta bellezza.

Cosa vedere

Oltre a una natura splendida, questa isoletta rappresenta “uno dei siti archeologici più straordinari dell’Italia Settentrionale per l’Altomedioevo”. Nel corso di tutto il 1900 sono stati portati alla luce resti che risalgono dall’epoca romana al XVI secolo. Tra i posti assolutamente da vedere vi è la chiesa di San Giovanni Battista che conserva un battistero del V secolo e un colonnato marmoreo,  la cripta della Basilica di Sant’Eufemia e le murature di pietra squadrata del complesso di SS Faustino e Giovita. Molti reperti sono stati raccolti nel museo Antiquarium ad Ossuccio.  Tante testimonianze, dunque, che raccontano il passato di questa terra: in pratica fino all’altomedioevo l’isola rappresentava un importante fulcro politico e centro religioso, Nel  1169, fu rasa al suolo dai comaschi e dal Barbarossa, e da allora decadde e pian piano e venne abbandonata. Il recupero inizio dal 1900, da quando cioè partirono gli scavi.

Alcuni dei resti archeologici dell’Isola Comacina

Incredibile come un pezzettino di terra possa conservare un patrimonio storico così interessante e importante!

E, dopo questa breve descrizione dell’Isola Comacina e delle principali attrazioni da vedere, torniamo all’evento del 18 giugno che ci riserva davvero delle interessanti sorprese.

Durante la giornata potrete partecipare a iniziative varie che vi consentiranno di immergervi completamente nell’atmosfera paradisiaca del posto e di scoprire tante chicche e curiosità. Gli artisti partecipanti durante la giornata realizzeranno opere letterarie, pittoriche, musicali lasciandosi ispirare dal posto, dalla sua natura e dalla sua storia. Tutte le opera realizzate durante la giornata saranno poi esposte presso la Villa Mainona, Museo del Paesaggio del Lago di Como, dal 1 luglio all’8 luglio (da Martedì a Sabato dalle 10,00 alle 18,00 – Domenica 9,00/12,00, 15,00/18,00). L’inaugurazione è prevista sabato 1 luglio, ore 17.00 e sabato 8 alle ore 16.00 è in programma l’asta di beneficenza.

Programma del 18 giugno

  • 10.30 – 16.30: proiezioni no stop, presso il complesso dei SS. Faustino e Giovita del docufilm “Honey mooning at Lake Como” del regista Simone Vailati sul particolare rapporto di Alfred Hitchcock con l’isola Comacina, Villa d’Este, il lago di Como ,e il “Cotoletta” al secolo Cav. Lino Nessi;

 

  • 11.00: visita guidata ai luoghi dello spirito da parte del Presidente dell’Associazione Culturale Isola Comacina, Dr. Gianpaolo Bonini con la partecipazione del violinista Alessandro Apinti. La visita si articolerà intorno ai luoghi dello spirito isolani, testimonianza di grande e fervida religiosità della pieve d’isola;

 

  • 12.30: “Dejeuner sur l’herbe “, pic-nic libero nei pressi della pianta della famosa inquadratura del primo film di Hitchcock girata sulla sommità dell’isola;

 

  • 14.00 – 14.40: narrazione teatrale a cura della compagnia Teatro Clafuné della regista Claudia Fontana. Spettacolo sul sagrato della chiesa di San Giovanni, legato agli eventi salienti della storia dell’isola comacina, con uno staff di sette attori e il violinista Apinti che introdurranno il pubblico nel concerto delle letture poetiche;

 

  • 14.00 – 16.30: letture di poesie e brani poetici legati al lago, e alle suggestioni fantastiche della storia millenaria dell’isola, all’interno della chiesa di San Giovanni. Con la partecipazione di poeti esponenti della migliore cultura artistica del territorio, fra questi, la Presidente della Casa della Poesia Laura Garavaglia, e il Presidente dell’associazione letteraria Acarya Antonio Bianchetti;

 

  • 16,45: ultimo imbarco dall’Imbarcadero dell’isola per Ossuccio per tutti gli artisti che porteranno con sé le opere realizzate;

 

  • 17.00 – 18.00: presentazione delle opere pittoriche con spiegazione delle finalità dell’evento artistico all’esterno dell’ Antiquarium di Ossuccio, alla presenza del Sindaco del Comune Tremezzina, Mauro Guerra, del Presidente della Fondazione Isola Comacina, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Matelica (MC) Dott.ssa Cinzia Pennesi.

 

L’evento è organizzato dal Circolo Cultura e Arte di Como, patrocinato dal Comune di Tremezzina, con il sostegno della Fondazione Isola Comacina e dell’Associazione Isola Comacina, e con la partecipazione dell’Associazione Culturale Isola Comacina, dell’Accademia di Belle Arti di Brera e dei volontari della Delegazione FAI di Como.

Isola Comacina
Mappa dell’Isola Comacina

Come raggiungere l’Isola Comancina

L’accesso all’isola bisogna è possibile solo col taxi boat da Ossuccio o per mezzo della Navigazione Lago di Como.

 

Raggiungere Ossuccio

In Auto

Autostrada Milano-Laghi A9, uscita “Como Nord” direzione SS 340Regina verso Menaggio. Fermata a Ossuccio presso la chiesa di S. Maria Maddalena (seguire i cartelli). Troverete dei cartelli direzionali che vi porteranno ai parcheggi gratuiti.

In Treno

Raggiungere Como o con le Ferrovie Nord di Milano o con le Ferrovie dello Stato. Scendere alla stazione di Como San Giovanni per poi prendere un autobus (Linea C10) per Ossuccio e poi il taxi boat.

In Autobus

Da Como, Piazza S. Agostino (davanti la stazione) prendere la linea C10 ASF Autolinee direzione Colico e fermarsi ad Ossuccio.

Come raggiungere Ossuccio in Bus
Percorso della Linea Bus C10 da Como San Giovanni ad Ossuccio

Costi

Taxi boat: €7 a persona a/r. Tariffa ridotta per bambini.

Museo Antiquarium e parco dell’Isola: €6 a persona. Per gli iscritti FAI ingresso ridotto a  €4. (possibilità di iscriversi al FAI direttamente in loco). Gratis per bambini.

 

Per informazioni:info@circoloculturaearte.eu cell. 331 4552509

Per informazioni sull’Isola Comacina visita il sito www.isola-comacina.it.

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

One Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>