, ,

Il Priscio, il regno dei panzerotti pugliesi, una storia di entusiasmo e passione

Si chiama il Priscio ed è un nuovo format di ristorazione che propone panzerotti a Milano. Il Priscio è un’espressione dialettale pugliese con cui si intende l’entusiasmo, la felicità prima di un momento festoso, bello, il desiderio di qualcosa di bello e buono che sta accadendo e la voglia di condividerla con gli altri. Una parola bellissima e intraducibile. Ed è questo lo stato d’animo che ha animato Michela e Matteo Dicanosa, due fratelli di Cerignola (Fg) che dopo aver lavorato per anni in finanza hanno deciso di realizzare un loro sogno: portare a Milano  i sapori della loro amata terra.

E ce l’hanno fatta e anche benissimo! Specialità de Il Priscio sono i “cuculi” cioè i panzerotti, proposti sia fritti o al forno e con tre impasti a scelta: impasto classico, integrale e al latte. Potete  sbizzarrirvi a creare la vostra composizione di ingredienti, tutti freschi e di primissima qualità. Vi consiglio vivamente il classico con pomodoro e mozzarella con l’aggiunta di cime di rapa (davvero top!) e il Gargano con pomodorini secchi, spianata piccante, stracciatella e cime di rapa, un trionfo di sapori pugliesi, un vero “priscio”! I prezzi? Economici. Si va dai €2.50 per un panzerotto classico ai €5 per un Gargano, poi ci sono gli antipasti (“i priscetti”) che vanno dai €7 ai €9 . A questi si aggiungono i taglieri di cui si può ordinare la porzione piccola o grande, le insalate (€9- €10)  e le pizze (€6 – €12). Insomma c’è l’imbarazzo della scelta.

A parte il cibo buonissimo e pugliese doc, (quì potete mangiare i veri panzerotti pugliesi!) mi ha particolarmente colpito la storia di Michela e Matteo, due giovani decisi a cambiare la loro vita  piena di certezze per inseguire il loro sogno.  Un passo non facile che ha richiesto e richiede tanti sacrifici, ma sicuramente possibile e ricco di soddisfazioni. Ce lo racconta Michela in questa intervista.

 

 Cos’è “Il Priscio” e cosa propone

Il Priscio è un nuovo format di ristorazione nato da circa 1 anno che si propone di diffondere i sapori tipici della tradizione culinaria pugliese in un ambiente ospitale, informale e familiare. Il menù è caratterizzato da piatti tipici della tradizione pugliese, tra cui spiccano i famosi panzerotti fritti e al forno, salumi e formaggi tipici del “Tavoliere”.

 

Chi è Michela Dicanosa?

Michela e Matteo Dicanosa : siamo due fratelli laureati in economia presso l’Università Bocconi; dopo aver lavorato per anni presso primarie istituzioni finanziarie e società di consulenza, abbiamo maturato l’intenzione di creare una nostra azienda nel campo del food, mossi dalla passione per il buon cibo e dal nostro innato spirito imprenditoriale. Nel 2012 è nato il nostro primo ristorante il cui nome è a’Mare, specializzato sulla cucina di pesce e successivamente dopo due anni abbiamo creato un nuovo format : Il Priscio, con una connotazione fortemente regionale.

 

Come è nata l’idea di portare i sapori della Puglia a Milano?

Credo che tutti i pugliesi abbiano un bisogno intrinseco di comunicare la bellezza della propria terra e l’amore che hanno per essa. Questa affezione profonda nasce soprattutto dai profumi, dai sapori a cui si collegano i ricordi più belli della nostra infanzia. Tra questi ricordi, quello che suscita maggiore emozione e nostalgia è la preparazione dei panzerotti che era una sorta di rito familiare. C’è una differenza profonda tra la cucina pugliese e quella delle altre regioni. In Puglia stare a tavola è un momento di condivisione, una gioia, “un Priscio”, da questa considerazione è nata la voglia di diffondere questo spirito di convivialità a Milano e speriamo in futuro anche altrove.

 

Qual è la clientela abituale de “Il Priscio”?

La clientela del Priscio è molto eterogenea perché il prodotto più famoso, ossia il panzerotto è popolare e ingolosisce chiunque. Devo dire che c’è stato un grandissimo incremento di clienti originari della Puglia, forse perché da noi si sentono un po’ “a Casa”, potendo assaporare piatti di cui sono nostalgici.

 

Cosa lo differenzia da altri locali che propongono panzerotti?

Ciò che contraddistingue il “Priscio” è una ricerca attenta a preservare la tradizione con punte di originalità sulla varietà degli impasti e sui prodotti . Infatti, per i panzerotti  è possibile scegliere la tipologia d’impasto: tradizionale, al latte, integrale o al grano arso e il tipo di cottura, fritto o al forno. Inoltre al tradizionale riempimento pomodoro e mozzarella si affiancano possibili abbinamenti di salumi e formaggi tipicamente pugliesi, come il capocollo di Martina Franca, il filetto lardellato, il caciocavallo podolico e molti altri. Gli impasti sono lievitati con lievito madre per garantire un’elevata digeribilità dei panzerotti che sino ad oggi dal mercato sono stati percepiti erroneamente come indigesti o poco dietetici solo perché non preparati con procedure e ingredienti corretti.

 

 In Duomo abbiamo già Luini storico e noto locale che propone panzerotti. Perché devo scegliere “Il Priscio”?

il nostro format non si propone di andare in concorrenza con altre realtà che propongono prodotti differenti. Ritengo che siamo gli unici a Milano ad osservare le ricette originali pugliesi dei panzerotti e ad utilizzare metodi di produzione non industrializzati, cercando di garantire la genuinità del prodotto .

 

Progetti futuri?

I progetti sono tanti!!! Attualmente siamo alla ricerca di una nuova location considerato il riscontro positivo del mercato milanese già dopo un anno. Inoltre stiamo valutando alcune proposte di aperture all’estero che valuteremo attentamente considerato che uno sviluppo troppo veloce dei punti vendita non ci consentirebbe di preservare la qualità, elemento da cui non siamo disposti a giungere a compromessi in alcun modo.

 

E a noi non resta che fare i nostri complimenti a Michela e Matteo e un grosso in bocca al lupo per i progetti futuri.

 

Per info www.priscio.it

Via Santa Tecla 5

Tel 02 8724 0180

 

 

 

 

 

 

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>