RADIOPANESALAME, COME UNA RADIO, PIU’ DI UNA RADIO

Affettati misti”, “Il Ricettacolo”, “Le stuzzicherie di Wanda”, “Aggiungi un mondo a tavola” non sono rubriche di un blog di cucina ma programmi di una web radio milanese davvero sui generis. Si chiama RadioPaneSalame e il nome è già tutto un programma! Parliamo dunque di musica e di una realtà nata sul web per gioco grazie alla passione per la radio e la musica di Francesco di Canio Aka Fra il diretur (tutti in RadioPaneSalame hanno un nickname) commerciale in un’azienda di trasporti internazionale, 38 anni, persona poliedrica, un dott. Jakyl and Mr Hyde che di giorno lavora in ufficio e di sera parla di musica, di news, attualità, confrontandosi con il popolo della rete. Quando Francesco mi ha raccontato la sua storia, sembrava quasi che mi stesse raccontando la trama di un libro o di un film. Non è insomma da tutti tornare a casa dopo una giornata di lavoro e mettersi  sul web in orari improponibili a creare la colonna sonora della notte, a raccontare storie, scherzare e divertirsi davanti ad un monitor asettico.

La radio e la musica sono da sempre  state le mie passioni. Facevo addirittura parte di una cover band. Un giorno nel silenzio della notte ho deciso di sperimentare il mondo della radio” ci racconta Francesco. “Il primo programma realizzato completamente da solo si chiamava Domatori della notte rivolto a tutti i notturni che non conosco sbadiglio fino alle 5 del mattino” continua Francesco. “Poi alcuni amici iniziano ad affiancarsi e nasce  Affettati Misti  uno dei programmi storici di RadioPaneSalame , fatto di musica, collegamenti e chiacchiere oggi in programma la domenica dalle 22”.

Ma una domanda nasce spontanea: perché RadioPaneSalme? Francesco mi spiega che si tratta di un  detto, per dire alla buona, semplice, genuino, esattamente come è la radio. E RadioPaneSalame è proprio così: diretta, senza troppi fronzoli, semplice, amica. Si parla di cucina come nel “Il Ricettacolo” dove Debora ci svela i segreti della cucina italiana, si racconta la storia personale di artisti importanti ma poco visibili come nel “La Voce del gatto”, si parla di argomenti piccanti come nel “Le stuzzicherei di Wanda”, addirittura di storia e scienza come in “De Rerum Memorabilia” dove si raccontano episodi buffi, storie strampalate realmente accadute che mostrano il lato ironico di storia e scienza, si parla di storia del rock a suon di musica e risate con “School of rock” e, con “Alta gradazione”, ci si abbandona totalmente alla musica e alle parole.

Se volessimo individuare degli episodi memorabili che hanno segnato la storia della radio? Chiedo a Francesco. Mi racconta della notte del capodanno 2013 in cui lui e il suo inseparabile amico Alessandro di allora decisero di organizzare degli scherzi agli amici e nacque cosi affettati misti Si rivelò un grandissimo successo, oltre a ricevere un ottimo riscontro si divertirono tantissimo. Memorabile è stato sicuramente l’incontro con Giancarlo, aka Indie Brett dell’associazione culturale L’Orablu di Bollate che sposa completamente il progetto decidendo di investire. Con Giancarlo nasce, durante il periodo di Sanremo, il controfestival trasmissione attualmente attiva durante il festival, che allora si rivelò un successo senza eguali! Da questa collaborazione il progetto cresce, inizia a farsi conoscere in tutta Italia e partono collaborazioni da parte di dj e speaker. Oggi sono oltre 30 collaboratori da Trieste ad Ancona e tantissimi ascoltatori di Milano e dintorni che si sintonizzano soprattutto la sera.

Progetti in ballo e sogni nel cassetto? Ci piacerebbe andare in onda h24 – ci informa Francesco,  – realizzare un programma dedicato ai libri con un focus sugli scrittori emergenti, ci piacerebbe mettere su un progetto che coinvolga  gli studenti in particolari quelli delle scuole superiori e realizzare un programma che parli delle associazioni culturali italiane. A breve avremo una rubrica dedicata al crowdfunding”.

Ciò che mi ha colpito particolarmente di questa webradio, a parte la storia di passione, la volontà di dar voce a realtà poco note, in linea dunque con quello che è lo spirito di questo blog. E, a tal riguardo vorrei parlarvi dell’ultima iniziativa di RadioPaneSalame, il contest “Puoi dirlo a tutti” rivolto agli artisti emergenti  ideato in collaborazione con l’associazione culturale l’Orablù. Al contest possono partecipare  artisti emergenti, non convenzionali,  quelli che non hanno una gran visibilità, chi crea un progetto di crowdfunding, case discografiche indipendenti che hanno artisti da promuovere e a tutti coloro che vogliono far ascoltare le loro creazioni musicali. Per partecipare basta inviare alla redazione i propri brani in formato Mp3, una presentazione eventuali link a video. Tre le categorie del contest in cui sono suddivise le canzoni: Lingua madre, brani originali cantati in italiano, Esterofollia, brani originali cantati in inglese o altre lingue, Revoc brani coverizzati. Si potrà partecipare entro il 23 febbraio. Dal primo al 31 marzo sarà possibile votare i brani selezionati dalla redazione, il 5 aprile saranno decretati i tre finalisti di ogni categoria  e il 9 aprile il vincitore di ciascuna categoria.  Ai vincitori verrà dedicata una puntata speciale della trasmissione “Puoi dirlo a tutti”, una puntata monografica dell’artista/band. Se in zona Milano partecipando direttamente dagli studi con la possibilità di suonare dal vivo alcuni brani. Se fuori zona il collegamento sarà telefonico.

Se sei un artista emergente, se vuoi farti conoscere o semplicemente condividere le tue creazioni musicali con il popolo di RadioPaneSalame, non lasciarti scappare questa opportunità. Per il regolamento completo vi rimando alla pagina del sito.

Inoltre chiunque avesse voglia di raccontare o raccontarsi può contattare direttamente la redazione. Trovate i contatti sul sito di riferimentowww.radiopanesalame.it.

Buon ascolto con RadioPaneSalame!

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>