,

#VITADACOWORKER NEI COWORKING MILANESI

#VITADACOWORKER NEI COWORKING MILANESI

Ultimamente in Italia stiamo assistendo  ad un cambiamento nel modo di lavorare sempre più orientato al nomadismo. Aumentano i freelance, nascono startup, cresce il fenomeno dello smartworking. Sempre più lavoratori, soprattutto freelance, prediligono spazi informali ai classici uffici,  e alla postazione fissa preferisco la moblità. Il coworking  è diventato il nuovo luogo di lavoro.

Più che uno spazio fisico il coworking fa riferimento ad uno nuovo approccio al lavoro, basato sulla condivisione, sul confronto, sullo scambio, è dunque un luogo di incontro che aggrega professionalità di diversi settori favorendone l’interazione.

Pensato per freelance oggi è utilizzato anche da piccole realtà, in particolare da startup che hanno l’opportunità di farsi conoscere, di confrontarsi,  creare sinergie e perché no abbattere i costi di un ufficio.  E’ ufficio proprio aperto agli altri dove il concetto di condivisione non riguarda solo lo spazio ma è esteso alle idee, ai progetti. Questo fenomeno è cresciuto tantissimo qui a Milano dove il comune ha creato una vera e propria mappa dei coworking  pensando, nel 2015, anche ad incentivi economici sia per coworking sia per coworker.

Ultimamente sono diventata molto sensibile all’argomento perchè ho iniziato a lavorare in proprio e mi sono resa conto di quanto sia dura la vita lavorativa in solitaria soprattutto se hai lavorato sempre in un team all’interno di un’azienda. A volte mi ritrovo tappata in casa per tutto il giorno, senza parlare con nessuno se non con il mio smartphone e il mio pc. A lungo andare diventa decisamente alienante. E così ho pensato di approfondire l’argomento “coworking”. Chissà trovo un posticino che fa proprio al mio caso!!

Ho cercato di capire come sono organizzati i coworking, che tariffe hanno. Altra domanda fatidica è come faccio a capire qual è il coworking più adatto al mio lavoro e se sono veramente convenienti per un freelance. Per rispondere a questi miei quesiti ho deciso di visitarne alcuni.

La mia scelta è andata da quelli più  grandi e conosciuti a quelli più piccoli e meno noti, da quelli dedicati ad un target ben preciso a quelli che includono servizi ulteriori come caffetteria, ristorante, libreria. Ho cercato di puntare sulla varietà per capire le tipologie di coworker che li frequentano e le esigenze diverse che li caratterizzano.

Qui di seguito l’elenco dei coworking visitati:

  • – Spazio Copernico
  • – Talent Garden
  • – Login
  • –  OpenMilano
  • – La Santeria
  • – Coffice
  • – The Impact Hub Milano
  • – Idea Factory

Ogni martedi parlerò di un coworking in particolare e racconterò la vita di chi li vive quotidianamente, o magari per brevi periodi.

Se siete anche voi dei coworker scrivetemi in privato e raccontatemi la vostra esperienza.

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>