,

FUORISALONE 2018: DODICI EVENTI DA NON PERDERE

FUORISALONE 2018: DODICI EVENTI DA NON PERDERE

Il Fuorisalone 2018 è partito e, come tutti gli anni, in programma ci sono tantissimi eventi in città dal centro alla periferia.  Questo è uno dei periodi che più mi piacciono perché a Milano si riversa gente proveniente da tutto il mondo e si respira come non mai un’aria internazionale. Sembra quasi di essere in grandi metropoli quali Londra, New York, Berlino.  E poi, dal punto di vista del tempo e delle temperature, è il periodo perfetto per godersi la città a piedi o in bici e approfittare dei tantissimi eventi per scoprire realtà nuove, negozietti mai visti prima, e perché no anche scorci e angoli nascosti su cui non ci si è mai soffermati più di tanto. Mostre, iniziative, installazioni, visite guidate, esposizioni, il programma del Fuorisalone è gigantesco e orientarsi tra gli eventi  è davvero un’impresa. Per questo ho pensato  di raccogliere in questo post i dodici  eventi assolutamente da non perdere.

1. ALLA SCOPERTA DI ISOLA

Che ne dite di approfittare del Fuorisalone per scoprire una delle zone più cool e interessanti per la sua storia e la sua archittettura?  Con Opera d’Arte, agenzia che si occupa di visite guidate in città., durante la Milano Design Week, organizza diversi tour di 60 minuti gratuiti per visitare tutti i luoghi più importanti del quartiere Isola come bosco verticale, Stecca 3.0 e Palazzo Lombardia e alcune delle mostre di Isola Design District 2018.
Le visite si svolgono giovedì 19-h 18.00, venerdì 20-h 11.00 (inglese), sabato 21-h. 15.00
Cosa aspetti? Prenota subito scrivendo a: info@operadartemilano.it.

2. GIO PONTI E LA CHIESA DI SAN FRANCESCO AL FOPPINO

Gio Ponti ha progettato davvero tante opere qui a Milano. Non solo il noto Pirellone ma anche chiese spesso poco conosciute. Come la chiesa di San Francesco al Fopponino realizzata negli anni 1961-1964. Vi piacerebbe scoprire una delle chicche storiche della nostra città? Fino al 22 aprile potrete partecipare alle visite guidate condotte dagli architetti Alessandro Sartori e Stefano Suriano, dello studio Ad Urbem, specializzato nella promozione della conoscenza e della diffusione dell’architettura moderna milanese. Per l’occasione è stato effettuato un accurato studio del materiale conservato nell’archivio storico della parrocchia. Sono stati intervistati testimoni, che hanno “visto crescere” l’opera di Ponti e che hanno potuto raccontare storie e fornire aneddoti su dettagli molto interessanti. Parte del materiale raccolto è confluito nel volume “Gio Ponti Relight”, che raccoglie in sintesi gli elementi principali del progetto, sia negli aspetti architettonici che in quelli dell’arredo degli interni. Alla fine della visita ai partecipanti verranno dati in omaggio una copia del volume e una riproduzione di un disegno originale dello studio Ponti.

Primo turno
Check-in 19.15
Visita guidata 19:30 – 20:15

Secondo turno
Check-in 20.15
Visita guidata 20:30 – 21:15

Terzo turno
Check-in 21.15
Visita guidata 21:30 – 22:15

Prenotazioni a questo link.

3. VISITE DEL FAI IN ZONA PORTA VENEZIA

Volete saperne di più sul liberty a Milano? Non mancate allora alle visite organizzate dal  FAI – Fondo Ambiente Italiano nella zona di Porta Venezia. Andrete alla scoperta del liberty in uno dei quartieri più affascinanti della città, dove imponenti e suggestivi palazzi ed edifici storici la fanno da padrone. Su prenotazione a info@portaveneziaindesign.com sono in programma le seguenti visite: sabato 21 Aprile, alle ore 11 e alle ore 15, domenica 22 Aprile, alle ore 11.

 4. FUORISALONE IN CASA NOLO

In occasione del FuoriSalone, non poteva mancare un’iniziativa a NoLo, il quartiere più in fermento di Milano. Si chiama “Casa NoLo” ed è uno spazio temporaneo, in viale Monza 75 all’interno dello storico negozio Morotti Arredamenti, che ospiterà  performance artistiche, dj set, talk, spettacoli teatrali. La caratteristica di questa casa speciale è che tutti gli eventi sono organizzati dagli abitanti del quartiere a Nord di Loreto. Un’iniziativa nata dal basso da vicini di casa attivi e proattivi che stanno contribuendo a far diventare NoLo una fucina di creatività e socialità. Ogni giorno sono in programma eventi super interessanti. Volete conoscerli? Andate a questo link per essere aggiornati su tutte le iniziative di Casa Nolo. Tra gli imperdibili, giovedì a partire dalle 18.30 fino alle 20.00 un esclusivo tour tra i murales del quartiere organizzati da MAUA, il Museo di Arte Urbana Aumentata e BEPART, in collaborazione con associazione gruppo FAS. Partenza dal Birrificio italiano in via Ferrante Aporti 12 e arrivo in via Pontano, un percorso per scoprire la street art a NoLo (è consigliata la prenotazione attraverso Eventbrite cercando “Maua”). Sabato inoltre ci sarà lo street artist Rob Saetta, molto attivo a NoLo, che proporrà una performance in pieno stile writer. Non mancherà musica e dj set quasi tutte le sere.

Fuorisalone 2018 gli eventi da non perdere
“Casa NoLo” è uno spazio temporaneo, in viale Monza 75 all’interno dello storico negozio Morotti Arredamenti, che ospiterà performance artistiche, dj set, talk, spettacoli teatrali organizzati dagli abitanti del quartiere NoLo.

5. FOOD COURT AL LICEO PARINI IN BRERA

Design e food è un connubio perfetto. E così in Brera, all’interno del cortile del liceo Parini per tutta la durata del Fuorisalone, è allestita una Food Court: una vera e propria corte del cibo tra street food italiano e internazionale, organizzata in collaborazione ocon gli studenti del Liceo e con partner d’eccezione. La chicca di questo angolo food della Design Week è la cucina su ruote alimentata elettricamente, progetto di eV-Now!, che sviluppa e promuove la mobilità elettrica e Tesla. Potrete inoltre assaggiare la nuova nata in casa Heineken, una lager analcolica 0.0; gustare i piatti etnici proposti da Cucù Truck, associazione che raccoglie donne italiane e straniere (sono spesso richiedenti asilo), che vogliono mettersi in gioco con un nuovo lavoro. Interessante realtà che attraverso l’utilizzo di un Food Truck propone una pausa pranzo o un servizio di catering alternativi, con cibi sani e sostenibili. E tra un piatto e una bevuta avrete la possibilità di assaporare il gusto spec ale della poesia grazie al progetto “Il menu della poesia”, che vede attori teatrali professionisti servire poesie ai tavoli

Food Court, Via San Marco 2/3 fino al 22 aprile.

Fuorisalone 2018 gli eventi da non perdere
Food Court è una vera e propria corte del cibo tra street food italiano e internazionale, organizzata in collaborazione con gli studenti del Liceo

6. CACCIA AL TESORO ALLA SCOPERTA DEL DISTRETTO LE 5VIE

Volete scoprire i talenti più nascosti della Design Week? Oppure vedere le installazioni più sorprendenti nei luoghi più magici di Milano? O semplicemente trascorrere 3 ore di puro stupore e divertimento con i tuoi amici? Non mancate all’appuntamento più divertente della design week: una caccia al tesoro che vi permetterà di esplorare il distretto delle 5vie nel cuore di Milano. Sarà dunque possibile scoprire  designer, architetti,  espositori, gallerie presenti lungo il distretto, in un mix con le meraviglie culturali, architettoniche e storiche della zona. La partenza sarà dall’Info Point 5VIE in piazza Cardinal Massaia (Spazio ex Meazza) dalle 14.30 alle 16.
Potete iscrivervi al tour quiz in squadra o da soli e in palio, per i vincitori ci saranno dei premi.
Il tour quiz è disponibile in italiano, inglese, russo e su richiesta anche in altre lingue. Dura circa tre ore (ma dipende dalla velocità della squadra) e costa €25 a persona (€15 i ragazzi dagli 8 ai 15 anni, €5 bambini sotto gli 8 anni. Il tour quiz è organizzato da XMilan in collaborazione con 5Vie. Prenotazioni sul sito: bit.ly/xmilan-design5vie. Info: Alisa+39 329 7513976 o Isabella +39 338 9529019.

Fuorisalone 2018 gli eventi da non perdere
Durante la settimana del design XMilan organizza dei tour quiz nel distretto delle 5Vie.

7. IL FUORISALOTTINO DI ONALIM

Anche quest’anno torna il Fuorisalottino di Onalim, la prima mostra mercato di tutto il Fuorisalone, dove si affittano spazi al centimetro invece che al metro quadrato. L’unica vera risposta all’innalzamento dei prezzi degli affitti durante la Design Week. Conoscete Onalim? E’ un’associazione che racconta una “Milano al contrario” offrendo una chiave di lettura alternativa della città, per ribaltare luoghi comuni, percezione e immaginario. Mi piace molto la sua filosofia e la trovo in linea con il mio modo di vedere Milano, e poi ogni tanto sforna eventi interessanti come il Fuorisalottino appunto.
All’evento potete trovare prototipi in miniatura,  fotografie,  oggetti decorativi , prodotti editoriali, micro-sculture, accessori, gioielli. La mostra è allestita nel cortile interno di Via Tortona 14, cuore nevralgico del Fuorisalone ed è rivolta a giovani designer o a chi non si può permettere di esporre le proprie opere nei luoghi canonici del Fuorisolane perché troppo onerosi. Ma non finisce qui: Onalim offre gratuitamente spazi a richiedenti asilo, senzatetto e persone affette da Alzheimer. Così, su un unico tavolo, per una settimana si incontreranno mondi, creazioni e sensibilità che non sempre hanno la possibilità di incontrarsi.

Per informazioni cliccare su questo link o scrivere a associazioneonalim@gmail.com.

Fuorisalottino, Via Tortona 14 dal 17 al 22 aprile.

8. TASSONI DESIGN PARTY

E, in un Fuorisalone che si rispetti non possono mancare i design party. Come quello di Tassoni presso la bellissima cornice di Fioraio Bianchi Caffè in via Montebello 7 il 18 aprile dalle 19. Quanto mi piace la location? Siete mai stati? E’ un posticino molto romantico dove si mangia circondato da fiori. In pratica Fioraio Bianchi si chiama così perché fino a 40 fa era uno storico negozio di fiori. Il nuovo titolare lo ha rilevato mantenendo la sua identità storica. Sotto è rimasto il vecchio laboratorio e magazzino dove attualmente si realizzano composizioni che possono essere acquistate. Sopra, a piano terra, c’è un simpatico ristorante e caffè. Insomma un posto carinissimo tutto da scoprire! Mercoledì 18 aprile potrete brindare al con Cedrata, Tonica, Fior di Sambuco, Mirto in Fiore e i cocktail creati da esperti barman durante tutta la settimana.

Fioraio Bianchi Caffè, via Montebello 7, 18 aprile dalle 19. Costo aperitivo €10 a persona.

9. INSTALLAZIONE ALLO SPAZIO KRIZIA

Anche dal mondo della moda abbiamo proposte interessanti. Come l’installazione Horah ospitata da Krizia nel suo spazio, firmata dal duo Raw-Edges. L’installazione vuole rappresentare il tema della luce in dialogo con uno degli aspetti essenziali del vivere contemporaneo: la convivialità. Horah prende il nome dalla danza popolare di origine israeliana ed è composta da 30 lampade in vetro fuso realizzate e progettate con il supporto tecnico di WonderGlass. Krizia è molto attenta all’arte e al design contemporaneo e ogni anno ospita esposizioni interessanti durante il Fuorisalone.

Vernissage: 17 Aprile dalle ore 19:00 alle ore 22:00

Orario di apertura: 17 – 22 Aprile dalle ore 10:00 alle ore 19:00.

 

10. “THE SPACESHIP” AL CASTELLO SFORZESCO

Da oggi fino al 22 aprile potrete ammirare al Castello Sforzesco l’installazione “The Spaceship”, una “nave spaziale” visitabile: appoggiata sui suoi piedi metallici, dalla cabina in legno si apre un portellone che diventa rampa di accesso, permettendo ai visitatori di entrare e vivere qualche istante immersi in un futuro prossimo, suggestivo e amico del Pianeta. Si tratta di un concept-building disegnato dall’architetto Paolo Scoglio, insieme con Cesare Griffa, che ha visto coinvolti gli studenti del Master in Smart Buildings and Sustainable Design dello IED di Torino. In The Spaceship un materiale millenario viene utilizzato con le più innovative strategie e tecnologie di bio-costruzione e viene concepito come un organismo autosufficiente capace di sfruttare il sole e la fotosintesi per produrre energia, cibo, ossigeno e acqua necessari al supporto vitale di chi lo occupa.

Installazione “The Spaceship”, Castello Sforzesco, fino al 22 aprile.

Fuorisalone 2018 gli eventi da non perdere
The Spaceship è l’installazione presente al Castello Sforzesco durante la Design Week.

11. “HOUSE IN MOTION”: LA MOSTRA DI INTERNI PRESSO L’UNIVERSITA’ STATALE DI MILANO

Imperdibile è la mostra/evento  “House in motion” della rivista Interni, immancabile presenza al FuoriSalone della Milano Design Week. Allestita nei suggestivi cortili della storica sede dell’Università Statale di Milano, la mostra comprende progetti realizzati da professionisti e studi affermati della scena internazionale, aziende, istituzioni, start-up e giovani designer.

Tante sono le installazioni ideate sul tema “House in Motion”, che cercano di rappresentare il rapporto tra uomo e tecnologia associando i concetti, apparentemente divergenti, dello stare e dell’andare, che le trasformazioni della contemporaneità rendono invece sempre più vicini. Tra le più interessanti vi è “My Dream Home”, la torre di 12 container sovrapposti ideata dall’architetto Piero Lissoni. Situata in fondo al Cortile d’Onore della Statale, la costruzione ospita un progetto di unità abitativa ecosostenibile, e 2 mostre: una di disegni realizzati da bambini haitiani e l’altra di scatti d’autore realizzati ad Haiti, allestita con l’intento di sostenere la ricostruzione di case a Cité Soleil, la più grande bidonville dell’isola. Davanti all’atrio dell’Aula Magna si trova “Face to face”, l’installazione di Mario Bellini che fa dialogare due facciate di case, come fossero due persone, creando uno spazio di riflessione sui confini tra interno ed esterno, privato e pubblico, domestico e urbano. Altre installazioni sono “FutureSpace” di Peter Pichler che usa il legno, ispirandosi alle proporzioni e alla simmetria dell’architettura rinascimentale, “La scatola di lacca” di Davide Rampello, la casa dei sogni dei bambini, che rappresenta l’urgenza e la meraviglia del sentimento adolescente del progettare, ispirata dalla semplicità dei materiali e dalla ricchezza dei colori della bottega del maestro cinese di lacca naturale Zhou Renda, nel sud della Cina.

 

12. TRAM CORALLO TRASFORMATO IN UN SALONE ANNI ‘20

Avete presente il suggestivo e affascinante tram storico di Milano? In occasione della Design Week la designer Cristina Celestino lo ha completamente trasformato in un salone cinematografico in stile anni ’20. Durante la settimana del design potrete farvi un giro nel quartiere Brera godendovi il lusso degli interni decorati con tessuti Rubelli. Lo spazio è ripartito in due parti, che riproducono due momenti ricorrenti nei teatri e nei cinema. Un foyer, progettualmente inteso come spazio principale, interpretato come una sala d’attesa ovattata e morbida, con divanetti composti e rigorosi, a coprire i finestrini ricercati tendaggi Rubelli visibili dall’esterno e una soffice moquette intarsiata a pavimento.
In coda al tram, dietro una leggera tenda in passamaneria, si accede all’intima sala cinematografica dove, seduti su comodi pouf, i passeggeri-spettatori possono godere di una visione insolita della città di Milano. È consigliabile la registrazione sul sito www.tramcorallo.com.

Fuorisalone 2018 gli eventi da non perdere
Tram Corallo è l’installazione della designer Cristina Celestino che lo ha Cristina Celestino lo ha completamente trasformato in un salone cinematografico in stile anni ’20.

E se siete appassionati di Instagram e volete immortalare i momenti più interessanti di questo Fuorisalone 2018,  condividete le vostre foto con l’hashtag #IgersAllaDesignWeek#igersmilano e#fuorisalone2018.
La foto che rappresenta di più il Fuorisalone vincerà il gioco del Fuorisalone!

E voi avete segnato inagenda gli eventi da non perdere? Quali sono gli imperdibili? Aspetto vostre proposte!

Buona Design Week!!

 

 

 

 

 

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.