,

I Momix in mostra con “Instantanee di danza”

I Momix in mostra con “Instantanee di danza”

Giovedì 24 novembre è stata inaugurata, presso il LaGare Hotel Milano Centrale, la mostra fotografica  sui Momix  “Istantanee di danza”, in programma fino al 15 gennaio 2017. Noi di Milanosguardinediti abbiamo partecipato all’evento e oggi vi raccontiamo la nostra esperienza.

La mostra celebra i 35 anni di carriera dei Momix, gruppo americano di ballerini acrobati noto a livello internazionale. Per chi non li conoscesse, i loro spettacoli, creati dal coreografo Moses Pendleton, si focalizzano e rappresentano il tema dei quattro elementi fondamentali (acqua, aria, terra e fuoco).

Nello spettacolo “Alchemy” viene appunto svelata l’alchimia degli elementi in una dimensione onirica e surreale. Opus Cactus” si concentra sugli elementi di fuoco e terra, con ritmi tribali che richiamano le forze ctonie. “Sun Flower Moon”, ambientato in uno spazio immaginifico e lunare, celebra la forza vitale, motore dell’universo. Infine, “Botanica” è ispirato alle “Quattro Stagioni” di Vivaldi e mette in scena la simbiosi perfetta tra gli elementi naturali, che si manifesta specialmente in piante e fiori.

Le fotografie ritraggono i momenti topici di questi quattro bellissimi spettacoli. Max Pucciariello, fotografo ufficiale dei Momix da ben 15 anni, è riuscito perfettamente a coglierne l’essenza.

 

img-20161124-wa0001
“Istantanee di danza” a cura di Max Pucciarello
img-20161124-wa0021
“Istantanee di danza” a cura di Max Pucciarello

Nell’esposizione, Pucciariello riprende appunto il tema degli elementi, per cui le fotografie hanno per lo più colori vivaci e saturi. Altre, invece, hanno colori più tenui e neutri, ed alcune sono addirittura in bianco e nero. Le foto sono anche molto simmetriche, caratteristica peculiare di tutti gli spettacoli Momix.

La mostra è davvero notevole. Non è da tutti ritrarre un ballerino durante uno spettacolo, e, contemporaneamente, trasmettere in una foto l’emozione di quel momento.

In occasione del vernissage, l’albergo ha offerto ai partecipanti un rinfresco che si rifaceva ai tre colori primari. Infatti, sia le bellissime decorazioni floreali sia il finger-food erano tutti nei colori del rosso, del giallo e del blu. Tra gli spuntini c’erano delle tartine di pane con formaggio ed un battuto di pomodori secchi, frittatine all’interno di gusci di uova, gamberoni in gelatina di Martini e Blue Curaçao. Infine c’erano fragoline e, ovviamente, Champagne, prosecco e vino.

 

img-20161124-wa0007
Il rinfresco preparato dall’hotel riprendeva i colori dei quattro elementi

img-20161124-wa0012

 

img-20161124-wa0010

E’ stata una serata davvero piacevole all’insegna dell’arte e della musica.

Una parola sull’albergo che è stato recentemente finito di ristrutturare (nel 2015), e riconvertito secondo i più alti standard qualitativi e di sostenibilità ambientale. Per questo è stato il primo hotel in Italia ad aver ricevuto la certificazione volontaria LEED Gold. L’hotel è un nuovo punto di riferimento nel panorama ristorativo della città, e, durante la bella stagione, apre il RoofTop Bar la terrazza panoramica al tredicesimo piano che ho avuto occasione di visitare in occasione della mostra. Devo ammettere che ha un certo fascino nonostante la brutta stagione, poiché da lì si gode dello spettacolare panorama dello skyline milanese.

 

img-20161124-wa0019
La sala del bistrot dell’Hotel la Gare Milano Centrale

La mostra è gratuita e visitabile fino al 15 gennaio 2017.

LaGare Hotel Milano Centrale, via Pirelli 20

Tel. 02 872 5241 – info@lagarehotelmilano.it

 

Francesca Trane

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>