,

LE PASSEGGIATE DI WONDER WAY, TRA STUPORE E MERAVIGLIA

LE PASSEGGIATE DI WONDER WAY, TRA STUPORE E MERAVIGLIA
Un pomeriggio passeggiando in bici con lo sguardo all’insù tra le vie secondarie della città, alla scoperta di volti e luoghi nascosti di Milano, questa è l’esperienza proposta da Wonder Way, un progetto nato lo scorso maggio da un’idea di Giulia e Sara, due ragazze under 30 accomunate dalla passione per i viaggi, per la bici, determinate, con il loro progetto, a rispondere agli sterotipi di Milano.


Ho scoperto Wonder Way per caso, navigando su facebook , ed è stato amore a prima vista. E sì perché interpreta perfettamente il mio punto di vista e il mio spirito di vivere la città, con la lente dell’esploratore e con gli occhi di un bambino. La città va vissuta per essere amata ed apprezzata. Soprattutto Milano. Palazzi, quartieri, monumenti, piazze, tutto ha qualcosa da raccontare e mostrare.
Wonder-way è il modo di esplorare Milano attraverso le atmosfere dei suoi quartieri. Muniti di bicicletta o semplicemente delle proprie gambe, si parte rigorosamente in gruppo, alla scoperta di tradizioni, luoghi, itinerari insoliti e lontani dagli stereotipi. Questo è Wonder way, un vero e proprio “stile di vita” di chi cerca di meravigliarsi, come ci tiene a precisare Giulia.
L’idea nasce grazie ad un viaggio in Canada, dove Giulia si trasferisce per qualche mese e da una domanda: “Cosa potrei fare oggi?” E così inizia il suo vero viaggio alla scoperta della città. Galeotto fu poi l’incontro in Italia con Sara che, trovando entusiasmante l’idea ha dato il là a quello che era stato finora un progetto.
I primi tour sono con gli amici alla scoperta del proprio quartiere. Poi inizia il tam tam del passaparola, e arrivano anche gli amici degli amici degli amici. Oggi ai tour partecipano in media una quarantina di persone, tutte accomunate dalla voglia di esplorare la città con curiosità e stupore. La partecipazione è totalmente gratuita. Basta munirsi di bici e scarpe comode, e…via, si parte alla scoperta della città.
Oltre a Giulia e Sara le due fondatrici, Wonder Way conta una rete di collaboratori di cui i più attivi sono Marta, Valentina, Salvatore, Cristina.

 

Anche io, incuriosita e allo stesso tempo affascinata dalla proposta di questa esperienza Wonder Way, mi sono fatta trascinare in uno di questi training alla meraviglia” . Il risultato? Ho portato a casa una serie di conoscenze su un  quartiere a me completamente sconosciuto, il quartiere Ortica precisamente, tante amicizie, e uno stato di gioia e benessere diffuso.
 
Le amicizie? E si in una città dove, secondo gli stereotipi è difficile fare amicizia, Wonder Way è sicuramente un’occasione per conoscere gente nuova, accomunata dalla passione per i viaggi e per la bici e da uno sguardo pronto alla meraviglia.
I prossimi tour? Il team di Wonder Way è al lavoro per riservarci prossime grandi sorprese. Quindi visita la pagina di Facebook e stay tuned!!!

 

 Photo credits: Wonder Way

 

Elena Stafano
Meet the author / Elena Stafano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>