SOCIALGNOCK: UN SALOTTO VIRTUALE DI 15 MILA DONNE

SOCIALGNOCK: UN SALOTTO VIRTUALE DI 15 MILA DONNE

Cosa succede se raggruppiamo un gruppo di oltre 15.000 donne sul web?  Un numero incredibile al di là di ogni immaginazione!  Eppure, è un numero reale. Ma di cosa sto parlando? Sto parlando di una bellissima realtà che frequento ormai quotidianamente e che ho avuto modo di conoscere sul web qualche anno fa. Si chiama socialgnock ed è un gruppo facebook che raccoglie oltre 15.000 donne di tutte le età che ogni giorno si supportano, si scambiano informazioni, fanno networking, trovano lavoro e collaborazioni e fanno squadra. Provengono da ogni parte di Italia ma ci sono anche donne che vivono all’estero, e in altri continenti. Inizialmente, alla sua nascita raggruppava persone che lavoravano nel mondo digital ma oggi accoglie davvero tutte coloro che hanno voglia di supportarsi a vicenda. Un salotto virtuale, dunque, dove succede esattamente il contrario di quello che si pensa da sempre e cioè che le donne non sono capaci di fare squadra, che sgomitano, che sono invidiose le une delle altre ecc. Niente di tutto questo!

Parola d’ordine, nonché pay off del gruppo è infatti “Women ignite realtionship”: grazie a questo gruppo sono infatti nate tantissime sinergie, alcune donne hanno trovato lavoro, altre lo hanno cambiato, altre ancora hanno avuto l’ispirazione giusta per reinventarsi, altre hanno trovato supporto per diventare freelance, altre hanno conosciuto le attuali socie e collaboratrici. Un mondo tutto pink che ogni giorno si incontra in rete per aiutarsi, ascoltarsi e anche, perché no, per ridere. Non suona male vero?

socialgnock
Valentina D’Amico e Lorena Distasi durante l’ultimo aperitivo organizzato a Milano

Fondatrici del gruppo sono Valentina D’Amico e Lorena Distasi, due donne in gambissima che lavorano con e sui social e che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente. La prima si occupa di sport organizza eventi, festival e tour in tutta Italia. E È inoltre Engagement & Community Expert, segue lo sviluppo della community socialgnock attraverso l’analisi dei trend e delle conversazioni. Lorena si occupa di digita da quando Internet è arrivato in Italia, è esperta di social media per il business e ha creato e organizzato eventi fieristici.  In socialgnock si occupa dello sviluppo delle strategie di business e crescita della community.  Nel lontano 2013 hanno la fortuna di incontrarsi al Social Case History Forum, evento organizzato da Lorena. Una di quelle occasioni in cui si fa networking, si conoscono colleghi dal vivo o si dà un volto a profili che segui da tempo virtualmente. Tutto nasce da un tweet che recitava “Che bello vederci dal vivo, alla fine siamo tutte socialgnock”. L’hashtag #socialgnock parte in rete e diventa subito virale.
Valentina e Lorena organizzano subito un evento e per coordinarlo utilizzano i social. Da qui l’idea del gruppo Facebook che pian piano ha preso forma ed è cresciuto sempre di più.

Socialgnock
Il nuovo progetto: Socialgnock on tour

Oggi socialgnock è diventato talmente grande ed importante che Mr Facebook in persona, lo scorso anno, ha chiamato le fondatrici per partecipare al Facebook Community Summit a Londra. Incredibile!

Sappiamo infatti benissimo che oggi Facebook sta dando sempre più importanza e visibilità ai gruppi ritornando a quella che era la mission originaria del noto social network: mettere in contatto persone aventi gli stessi interessi. E, per questo Marck Zuckerberg sta lavorando ormai da un paio d’anni in questo senso, dando ai gruppi più visibilità possibile e rendendoli più efficaci in termini anche di user experience.

Per farvi conoscere meglio questa interessantissima realtà ho chiesto a Valentina e Lorena di rispondere a qualche mia curiosità e raccontare nel dettaglio cos’è oggi socalgnock.

Socialgnock
Valentina D’Amico

SOCIALGNOCK: INTERVISTA A VALENTINA D’AMICO E LORENA DI STASI

Socialgnock è un gruppo al femminile che raccoglie oltre 15.000 donne in Italia e nel mondo. Ci raccontate come è nato e come mai ha riscontrato così ampio successo?

È un piacere essere qui per raccontarvi socialgnock. Il successo più grande in assoluto è avere un gruppo in cui 15.000 donne che giornalmente si supportano, si scambiano informazioni, fanno networking e trovano lavoro e collaborazioni in maniera semplice ed empatica.

Lo chiamiamo “potere socialgnock” e si è sviluppato fin dai primi giorni di apertura nel 2013. All’inizio era nato per unire le donne che si occupavano di comunicazione digitale e social network a tutti i livelli.

Le cose sono cambiate dall’inizio e attualmente la comunità è di supporto e informativa in ogni aspetto della vita delle donne.

Gli eventi sono un altro punto forte della community che ha permesso alle di entrare in contatto anche se non vivono nelle grandi città italiane di Roma e Milano.  Anche se venite dalla piccola cittadina fuori dalla vita della grande città, socialgnock è il luogo ideale per creare relazioni.

Una delle regole che amiamo di più è quella del NOLINK, nella community non si possono postare link e questo è stato un altro aspetto del successo. Un link è come un volantino lasciato fuori da un negozio, un commento è come una chiacchiera tra due persone. Grazie a questa regola, vediamo ogni giorno lo svilupparsi di relazioni magnifiche.

socialgnock
Lorena Distasi

Raccontateci brevemente come vi siete conosciute

Valentina: Io e Lorena ci siamo conosciute prima su twitter e poi al Social Case History Forum, un evento molto bello dedicati ai case study social e marketing che organizzava lei.
Ci siamo scambiate dei tweet e poi abbiamo deciso di vederci direttamente al case history  e conoscerci. Da lì è partito tutto.
Il bello della nostra amicizia è che abbiamo punti di forza differenti, che fanno sì che ci incontriamo laddove una è più carente, amplificando qualunque attività che iniziamo.

Il 2018 è stato un anno memorabile per il gruppo.Un anno e mezzo fa siete state selezionate da Facebook per partecipare al Facebook Community Summit a Londra. Come è andata?

Questo è stato il viaggio più incredibile di sempre. Entrare a casa facebook, selezionati da loro come uno dei 15 gruppi italiani e 150 in EMEA è stata una bella sorpresa. Il modo in cui facebook si muove e gestisce tutte le sue attività ci ha davvero colpite, perché è rapido e dinamico. Una grande struttura di quel tipo con uffici in tutto il mondo riesce ad evolversi con una velocità incredibile. Questo è anche sempre stato lo stile mio e di Lorena Di Stasi da quando abbiamo fondato il gruppo nel 2013, easytudine e proviamo, testiamo, procediamo.

La community è anche segnalata sul sito del progetto Facebook SheMeansBusiness, come community da seguire per fare networking e business.

 

Quali sono gli sviluppi del gruppo e i progetti futuri?

Il prossimo è  Socialgnock on tour, che vedrà me e Lorena Di Stasi in giro per l’Italia con un mini van per raggiungere tante località e organizzare tanti eventi. Come ti dicevo gli eventi sono il cuore pulsante della community e lì si respira sempre un’aria di innovazione. Lo stiamo facendo con una raccolta fondi nel gruppo, e la risposta è stata super calorosa https://www.buymeacoffee.com/socialgnock. Mentre per le altre novità di sicuro ci sarà tanta formazione, come sta già facendo lo spin-off #socialgnock Roma Official e quello in Inghilterra #socialgnock UK Official.

Ci sono tante altre cose che abbiamo in pentola, ma per quelle meglio entrare subito nel gruppo per restare sempre aggiornati.

SOCIALGNOCK: LA MIA ESPERIENZA

Faccio parte di questo fantastico gruppo di donne da tre anni più o meno. Ne ho sentito parlare una volta durante uno scambio di informazioni con amiche: stavo cercando gruppi o associazioni che facessero networking tra professionisti. Premetto che credo tantissimo nel potere della rete e, da sempre e in particolare da quando lavoro come freelance, per me è fondamentale stabilire contatti con altri professionisti per confrontarmi, scambiarmi idee e perché no, creare sinergie. Ma non solo. A prescindere dall’aspetto lavorativo, è importante anche trovare le persone giuste a cui chiedere consigli e opinioni su vari aspetti della vita quotidiana. La cosa interessante infatti è che sul gruppo puoi chiedere aiuto e scambiarti informazioni e opinioni su tutto. Per esempio un anno fa cercavo una baby sitter per mia sorella e decido di lanciare un post. Mi hanno risposto in tantissime e, tra quelle, mia sorella ne ha scelta una in particolare che conciliava con i suoi orari.Qui ho trovato la fotografa dei miei tour di street art, ho trovato anche la videomaker. Ho dubbi su dei tool che utilizzo per i social, oppure su una strategia che sto pensando per un mio cliente? Basta lanciare un post e in tante intervengono dando il proprio supporto e contributo. Ho lanciato l’anno scorso il progetto sui tour di street art con l’autore e, grazie al supporto di alcune socialgnock sono finita su importanti testate online. Ogni giorno ormai scorro la home del gruppo perché trovo sempre informazioni utili E ispirazioni di tutti i tipi, professionali e non. La potenza della rete e dei social! Ecco ci tengo a precisare anche quest’ultimo aspetto. A volte sento persone che si lamentano dei social, di Facebook in particolare perché ci sono molti haters, e  persone che commentano cose insulse ecc. Non è il social il male, ma è l’uso che ciascuna persona ne fa. Le potenzialità che hanno i social network sono infinite e, se usati con criterio e seguendo le persone e i gruppi giusti, sono una fonte incredibile di informazione utilissima per il lavoro e per la vita di tutti i giorni.  Socialgnock è un esempio eclatante!

Vuoi entrare anche tu nel gruppo? Basta fare richiesta, rispondere ad alcune domande e attendere l’esito. Facile, vero?

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.