CORBA, IL PROGETTO DI ARTE URBANA CHE STA TRASFORMANDO LORENTEGGIO
Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Corba, il nuovo progetto di arte urbana che sta trasformando Lorenteggio

street art lorenteggio

Sei stata/o nel quartiere Lorenteggio recentemente? Se la tua risposta è “no”, dopo ciò che leggerai nelle prossime righe non potrai fare a meno di passeggiare e ammirare con i tuoi occhi le opere di arte urbana che stanno nascendo in questi giorni e che continueranno a spuntare nei prossimi mesi grazie al progetto CORBA. Se la tua risposta è invece “sì”, il nostro invito è tornarci e ammirare come sta cambiando il volto del quartiere.

CORBA è un progetto di urban art che, con la direzione artistica di Stradedarts, che ha sede proprio in Lorenteggio e che lavora da tantissimi anni nell’ambito di progetti di arte urbana, intende riqualificare il quartiere milanese dal quale trae il suo nome. Come? Colorando 38 facciate con altrettante opere d’arte (uniche e diversificate). Quando? Entro il 2026, anno in cui Milano ospiterà le Olimpiadi Invernali.

Il progetto CORBA si svilupperà nel Villaggio dei Fiori, quartiere di periferia nato nel dopoguerra, precisamente nel 1953, dall’emergenza di creare alloggi in grado di ospitare sfollati di guerra e persone giunte in città dalle campagne in cerca di lavoro. La zona è in uno stato di degrado, fatta di case popolari tutte uguali, anonime e con tanti problemi da risolvere ormai da anni.

E così ancora una volta l’arte è al servizio dei cittadini ed è utilizzata per portare bellezza e alimentare il senso di appartenenza. E, a proposito di appartenenza, il progetto rientra anche nell’iniziativa Un nome in ogni quartiere, sviluppato in collaborazione con Ufficio Arte negli Spazi Pubblici e sostenuto da Fondazione di Comunità Milano che si pone l’obiettivo di realizzare otto murales con il nome del quartiere, per creare identità e appartenenza. Bellissimo vero?

arte urbana lorenteggio
Progetto Corba Lorenteggio – Opera di Stereal, via dei Gigli 11 – Foto di Stradearts

IL PROGETTO CORBA

Entriamo nel vivo del progetto Corba. Ancora una volta, per dare nuova vita ad un quartiere di Milano, si sceglie la via dell’arte, in particolare la forza espressiva dell’arte urbana. Ma perché proprio qui? La domanda nasce spontanea. Siamo andati a leggere nel progetto che trovi sul web, ed è spiegata bene la motivazione. il progetto CORBA vuole essere un progetto di arte pubblica partecipata finalizzata alla riqualificazione urbana, culturale e sociale di aree marginali e periferiche. Come accennato sopra, il Villaggio dei Fiori dove si sta realizzando il progetto, è caratterizzata alloggi comunali uguali tra di loro che rendono il posto un luogo marginale, dimenticato e sconnesso alla città, un luogo senza identità con gravi disagi abitativi. L’obiettivo principale è quello di trasformare lo storico quartiere di Milano in un distretto dell’arte pubblica contemporanea unico, in grado di poter coinvolgere la comunità locale, le associazioni di quartiere e tutte le famiglie delle abitazioni. Il progetto, partito la scorsa estate, intende realizzare 10 facciate nel 2021 e a seguire negli anni successivi, le rimanenti, così da concludere i lavori entro il 2026, anno delle Olimpiadi Invernali (previo ottenimento dei fondi necessari). Infatti il Palaghiaccio Agorà in Via dei Ciclamini si trova poco distante dal Villaggio dei Fiori e, questo dettaglio è senza dubbio un altro motivo per cui è stato realizzato proprio qui il progetto.

 

GLI ARTISTI

I lavori hanno preso il via nell’ultima decade di luglio con i murales di SteReal e Napal e sono poi proseguiti ad inizio agosto con gli artisti KayOne ed Etsom. Altri artisti coinvolti saranno Rendo, Diamond & Solo, Coquelicot Mafille, Acme 107, Pixel Pancho e il newyorkese Kool Koor che sarà l’ospite d’onore.

https://www.instagram.com/p/CSPouH1s3nt/

Gli artisti coinvolti sono chiamati ad interpretare ed ideare un’opera d’arte urbana a tema sport invernale, marcando, ognuno con il proprio stile, le singole facciate del Villaggio dei Fiori.

Il Palaghiaccio Agorà in occasione delle Olimpiadi Invernali del 2026, sarà quindi un punto d’attrazione focale, capace di garantire un grande afflusso di pubblico, trasformando il quartiere in un luogo d’interesse centrale per sportivi, appassionati e curiosi.

arte urbana lorenteggio
Progetto Corba Lorenteggio – Etsom – Foto di Stradedarts

 

Insomma, una bella e interessante sfida quella del progetto Corba che sembra seguire un po’ le orme di Ortica, altro quartiere trasformato completamente dall’arte urbana non solo dal punto di vista estetico ma anche come partecipazione degli abitanti del quartiere e dei milanesi che finalmente oggi iniziano a vivere questa zona prima, per molti, sconosciuta.

Ci chiediamo tuttavia se questo nuovo progetto fosse stato portato avanti comunque, se non ci fossero state le Olimpiadi. Chissà! Sicuramente le Olimpiadi sono un ottimo incentivo e motivazione per portare avanti iniziative simili.

Intanto noi non vediamo l’ora di ammirare le opere di urban art e attraverso esse (ri)scoprire questo angolo nascosto e dimenticato di Milano.

E tu sei pronta/o per l’esplorazione?

Per maggiori info e approfondimenti segui il profilo IG di Stradedarts e il profilo del progetto Corba.

La foto in evidenza è di STRADEDARTS. L’opera è di Napal.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato su chicche, curiosità di Milano e dintorni.

Ho letto l’informativa sulla privacy