,

L’ARTE URBANA PROTAGONISTA DI LOOPERFEST E ZUARTDAY DALL’8 AL 10 GIUGNO

L’ARTE URBANA PROTAGONISTA DI LOOPERFEST E ZUARTDAY DALL’8 AL 10 GIUGNO

Sabato 9 giugno in occasione del nostro terzo tour del ciclo “I colori di Milano. Itinerari di Street Art con l’autore”, dal Leoncavallo al Naviglio della Martesana a Cascina de Pomm arriveremo al Looperfest e ZuArtDay il festival dei writing più importante d’Italia in programma dall’8 al 10 giugno. 18 artisti provenienti da diverse parti del mondo, armati di bombolette a spray, trasformeranno i muri del Vicolo del Fontanile e via Zuretti, in un museo a cielo aperto, e poi in calendario tante attività, tra cui workshop gratuiti, dj set e musica per una tre giorni all’insegna dell’arte urbana e del colore. Quest’anno il festival celebrerà la donna:“Power of Women” recita la locandina, e già per questo penso proprio che ne vedremo delle belle in tutti i sensi.

Looperfest e ZuArtDay 2018
“Power of Women”: l’edizione 2018 del Looperfeste e ZuArtDay è dedicata alle donne.

Ciò che particolarmente mi colpisce di questo evento è senza dubbio la sua storia: Looperfest e ZuArtDay è un evento nato dal basso grazie all’idea di Petra Loreggian  nota conduttrice radiofonica di RDS nonché abitante del quartiere al quale è molto legata, sostenuta da Giuseppe Ronzano, vicino di casa, visionario architetto e titolare del Residence Zuretti61 e King Raptuz, artista da 30 anni e professionista dei graffiti. Il tutto è nato per riqualificare questo angolo nascosto del quartiere NoLo che, fino a quattro anni fa era una discarica a cielo aperto, un posto inavvicinabile completamente degradato e dimenticato da Dio. Un esempio, dunque, di come l’arte urbana può far rinascere un quartiere e restituirlo ai suoi cittadini e di come “il bello porta il bello” così come esordisce  Petra Loreggian nell’intervista che ci ha gentilmente concesso.

INTERVISTA A PETRA LOREGGIAN

Ma perché proprio l’arte urbana? Passione, interesse personale? Come è nata l’idea di utilizzare questa forma d’arte di strada per risollevare e far rivivere questo angolo nascosto di NoLo?

E’ nato tutto tre anni fa quando sono venuta ad abitare in questo quartiere e ho trovato una situazione molto degradata: qui ci scaricava l’impossibile, e lo facevano davanti all’ingresso dell’asilo, c’era spazzatura, e c’era persino l’amianto. Ho cercato di trovare una situazione per ripulire il quartiere e regalare una zona più bella e vivibile ai bambini dell’asilo. Ho unito in realtà quello che era la mia passione dell’infanzia: sono infatti cresciuta tra i banchi di scuola con i TDK, nota crew di writer milanesi, che ho ricontattato e che hanno accolto con grande entusiasmo la mia idea. Ho poi coinvolto il proprietario del muro di Vicolo del Fontanile che delimita quest’area, l’architetto Giuseppe Ronzano, il quale si è mostrato molto aperto all’iniziativa al punto che, a spese sue si è occupato della pulitura e imbiancatura del muro preparandolo all’intervento dei writer. Tutto il progetto è stato realizzato completamente a nostre spese senza gravare su nessuno. Il primo anno siamo partiti un po’ in sordina, dal secondo anno siamo riusciti a capire come muoverci e abbiamo coinvolto anche artisti internazionali. Quest’anno siamo riusciti a ricevere il sostegno anche da parte del Municipio 2.

Cosa ha quindi ispirato la scelta della street art?

La scelta della street art nasce dal fatto che c’è dietro un insegnamento fondamentale in cui crediamo e cioè “il bello porta bello”: già dal primo anno nessun writer si è permesso di fare una tag. Ho sostenuto sempre la street art e ho fatto in modo che si percepisse non come vandalismo ma come arte pura esattamente come avviene in metropoli come Londra o Berlino dove l’arte di strada è parte del decoro urbano e rappresenta un’attrazione. E l’intervento in Vicolo del Fontanile lo ha dimostrato e lo dimostra tuttora.

Intervista a Petra Loreggian
Petra Loreggian, conduttrice di RDS

Vista l’esperienza positiva di via Zuretti in quali altre zone di Milano consiglieresti un tipo di intervento simile?

In realtà ti il problema più grave sono i privati. Abbiamo proposto di regalare l’opera a palazzi fatiscenti che avrebbero sicuramente innalzato il valore dell’immobile. In questi casi l’unico intervento affidato ai privati è la preparazione del muro. Credimi, ci siamo scontrati con mentalità chiuse e per niente disposte e disponibili a un confronto. Abbiamo incontrato solo pochi menti illuminate come appunto il già citato Giuseppe Ronzano titolare del Residence Zuretti61 che ha sostenuto subito la mia idea e si è fatto carico di tutte le spese di preparazione del muro. E’ davvero un peccato quindi non investire in questo senso. Il comune invece è aperto a questo tipo di iniziative e lo dimostrano i 100 muri liberi che mette a disposizione degli artisti in città. Se c’è un progetto valido in cui si crede fortemente il comune è disponibile e ben disposto a darti una mano. Noi abbiamo portato un progetto in cui credevamo tantissimo e che regalava l’arte ai cittadini, non potevano non sostenerci.

Intervista a Petra Loreggian
Vicolo del Fontanile prima e dopo l’arrivo dell’arte urbana.

Qualche curiosità e anticipazione sulla terza edizione di Looperfest e Zuartday?

Ogni anno ospitiamo artisti sempre più di livello, e il livello artistico quest’anno è altissimo. Abbiamo poi in programma numerose attività come laboratori artistici per bambini. Il sabato sera ci sarà la conferenza stampa a cui seguirà un DJ set. Probabilmente arriveranno i ragazzi della nazionale Hip Pop, non mancheranno blogger, giornalisti e personaggi amici noti al pubblico. Una curiosità è sicuramente il warm up che si svolgerà il 6 e 7 giugno in Martesana e da lì venerdì si parte con l’intervento sui muri del quartiere fino a domenica 10. Sarà una grandissima festa come sempre.

“Power of Women” è il tema del festival. Di quest’anno. Ci spieghi perché questa terza edizione è dedicata alla donna?

Quest’anno il tema è dedicato al potere della donna perché vorremmo fortissimamente che questo vicolo, che è stato un tempo degradato e pericoloso, diventasse un punto di riferimento per tutte le donne, per quelle che vanno a correre al parco o per le mamme coi loro bambini che vogliono farsi una passeggiata. Vorremmo insomma che tutte loro si sentissero sicure e vivessero con serenità questo angolo di Milano. Non deve essere visto più come un posto abbandonato ma come un luogo da vivere. Alcune azioni sono state fatte in questo senso, come l’arrivo del locale Tranvai che, aperto fino a tarda sera, ha contribuito a rendere più tranquilla la zona e stiamo lavorando per far installare le telecamere proprio nel vicolo del Fontanile. Tre anni fa questa zona non era affatto tranquilla e oggi lo è. E questo tutto grazie al lavoro fatto finora da semplici vicini di casa che hanno voglia di portare il meglio nel loro quartiere.

E’ proprio vero  che “l’unione fa la forza” e che “il bello porta il bello”.

Ringrazio tantissimo Petra Loreggian per avermi concesso il suo tempo per questa interessante intervista. Spero che Looperfest e ZuArtDay possa essere d’esempio per altri quartieri che vivono situazioni di degrado.

Looperfest e ZuArtDay è ideato e organizzato dall’associazione no profit La Ginnastica – fondata da Petra Loreggian, con il supporto degli sponsor tecnici come Loopcolors e Zuretti61 e della partecipazione gratuita dei cittadini del quartiere.

La partecipazione al festival è gratuita.

Intervista a Petra Loreggian
Giovedì 7 giugno: Warm Up in Martesana

IL PROGRAMMA

Giovedì 7 GIUGNO 2018
WARM UP @secret location

Venerdì 8 GIUGNO 2018
Writing Live session – focus on “Power of Women”
Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30
ALL ARTISTS IN ACTION

Laboratori creativi per grandi e piccini
Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – ore 11.00-12.00/16.00-17.00

Sabato 9 GIUGNO 2018
Writing Live session – focus on “Power of Women”
@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30
ALL ARTISTS IN ACTION

Laboratori creativi per grandi e piccini

Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – ore 11.00-12.00/16.00-17.00

CONFERENZA STAMPA + DJ SET MAZAY (@mazayofficial)
Residence Zuretti61 – via G. Zuretti, 61 – ore 18.00

10 GIUGNO 2018
Writing Live session – focus on “Power of Women”
@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30
ALL ARTISTS IN ACTION

Laboratori creativi per grandi e piccini
@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – ore 11.00-12.00/16.00-17.00

ASTA BENEFICA delle opere realizzate su tela durante le live session
Residence Zuretti61 – via G. Zuretti, 61 – ore 18.00

20.00 – Chiusura lavori

LINK REGISTRAZIONE ATTIVITA’ –> https://goo.gl/forms/t5uawcZqYrO8Tdzs2

 

RIEPILONGANDO

Se vuoi partecipare al nostro tour che farà tappa al Looperfest e ZuArtDay e se vuoi ascoltare il racconto di chi questo festival lo ha ideato riserva il tuo posto scrivendo a tour@milanoarte.net.

Sabato 9 giugno ore 14.30

Punto di ritrovo: all’incrocio fra via Lucini e via De Marchi (dove c’è la stazione Bike Mi) .

Costo a persona €20

Per info sul tour visitare la pagina dell’evento.

Per info sul Festival Looperfest e ZuArtDay visitare la pagina dell’evento su Facebook.

 

Elena
Meet the author / Elena

Inguaribile curiosa ed entusiasta della vita, mi piace andare in giro a scovare chicche e curiosità negli angoli nascosti della città. Adoro le storie, i viaggi, sia mentali che reali, amo le lunghe camminate e lo sport all’aria aperta e mi stupisco davanti alle piccole cose della vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.